News

Fragil Vida – Video Live in anteprima per KeepOn

Guarda il video

I Fragil Vida si ripresentano con un video dal vivo della canzone “Sorpreso in fuga” anticipata dalla lettura della poesia di Totò “‘A livella”, realizzato l’11 marzo alla Sala Polivalente di Dodici Morelli (FE), la loro città, in occasione della presentazione del nuovo disco “Papà ha detto che la vostra musica è schifosa” (La Fabbrica/Audioglobe). 

La dimensione del live per i Fragil Vida è vitale. Oltre alla composizione musicale, di testi, il cammino creativo della band emiliana si muove anche verso il teatro con la nascita di personaggi caratterizzati e sceneggiati dal filo conduttore che viene dato proprio dalle canzoni. Tutte le maschere con cui i Fragil Vida stanno proseguendo il loro cammino creativo vogliono essere riassunte in questo video. L’eterna livella. La magia che quando la si recita suona pure la musica, dove il viso dell’attore scompare perché diventa “portatore di maschera”. La Vera Commedia dell’Arte. Il lavoro sulla livella nasce come omaggio ad un sud che ha abbracciato l’arte della band, un abbraccio meridionale, dunque un matrimonio d’amore. Il legame che parte dagli occhi, che ci si guarda e ci si ama da sempre. C’è la parte della livella dove il narratore prova pena: “guardannola, che ppena me faceva stu muorto senza manco nu lumino!” e quando se lo ritrova davanti “E chillo certamente è don Gennaro…’omuorto puveriello…’o scupatore. ‘Int ‘a stu fatto i’ nun ce veco chiaro: so’ muorte e se ritirano a chest’ora?”. L’innamoramento e la premura immediata che si prova per un caro. 

Questo per i Fragil Vida è il sud, innamoramento e premura. Proprio attaccato a “la livella” c’è “Sorpreso in fuga”. Il cantato ed il recitato si fondono, il progetto fragile procede anche a livello di composizione. “Sorpreso in fuga” parla di radici, di terra che ha fatto nascere, terra da dimenticare e che trattiene, che soffoca. La terra da cui si scappa della quale non se ne riconosce più il valore, la bellezza. La fuga di Sorpreso in fuga nasce dalla delusione. “Se ti scappa di scappare scappa” è una fuga giovanile, senza mèta, un taglio di cordone ritardato, necessario anche se tardivo. La fuga di “Sorpreso in fuga” ha permesso la conoscenza di terre nuove e il reinnamorarsi della terra abbandonata. 

Potente il dialogo con il sud, dove invece l’abbandono forzato della terra è insito nella storia della gente, dove è consapevole l’orgoglio e l’amore della propria origine. Livella e sorpreso in fuga raccontano un abbraccio. L’abbraccio del bello. 

Comments
  1. adelmo1952

    5 anni ago

    Ho ascoltato Buono il mattino ed è una canzone molto bella,complimenti ai FRAGIL VIDA

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Sign In