Prodotti

Piazza Fontana

In offerta!

 16.00  10.00

Milano, 12 dicembre 1969. A metà pomeriggio nella Banca Nazionale dell’Agricoltura avviene l’esplosione che segna l’inizio della strategia della tensione e apre il sipario sui dieci anni più controversi e bui della più recente storia italiana.

Solo 2 pezzi disponibili

Categoria:

Descrizione

Sceneggiatura: Francesco Barilli
Disegni: Matteo Fenoglio
Caratteristiche: 192 pagine, brossura, b/n

Milano, 12 dicembre 1969. A metà pomeriggio la Banca Nazionale dell’Agricoltura inPiazza Fontana è ancora affollata per le contrattazioni del mercato agricolo e del bestiame, che per tradizione si tengono di venerdì. Alle 16 e 37, nel salone principale dell’edificio, esplode una bomba collocata per provocare il più alto numero di vittime: al piano terra, sotto il tavolo che si trova al centro della stanza, di fronte agli sportelli. Il bilancio finale è di 17 morti e decine di feriti. L’esplosione segna l’inizio della strategia della tensione e apre il sipario sui dieci anni più controversi e bui della più recente storia italiana.

“Quella strage, quelle trame antidemocratiche, imposero alla democrazia italiana una prova da superare: saper guardare dentro a se stessa e guarire dal suo male o accettare di conviverci e farsene consumare. Quella prova la democrazia italiana non ha saputo superarla: c’è un debito di verità e giustizia da assolvere, ma la Repubblica non è mai riuscita a saldarlo.” dalla prefazione di Aldo Giannuli

Comments

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Sign In